Convento dei Francescani

I primi francescani giunsero a Bolzano quando ancora San Francesco era vivo, si crede nel 1221.  Nel contesto della riforma guidata da Bernardino da Siena si assistette alla seconda onda di diffusione dei frati, la quale portò anche alla fondazione del convento di Caldano. Claudia de` Medici, principessa del Tirolo e grande protettrice del movimento francescano nel 1639 donò ai frati le rovine del castello di Rottenburg, distrutto all’inizio del Quattrocento, nonché parte dell’area del suo giardino perché potessero costruirvi la loro sede conventuale e la chiesa. All’inizio del XVIII secolo quest’Ultima fu ingrandita nelle dimensioni attuali. Un ruolo importante per il culto devozionale ricopre l’immagine di Sant’Antonio da Padova sull’altare laterale di destra. Il ciclo della Vita del Santo del chiostro fu eseguito nel 1721 da Matthias Pußjäger.
 

News ed eventi

Ogni domenica celebriamo nella chiesa parrocchiale alle ore 10.15 la S. Messa in italiano/tedesco
con don Luciano Mabritto